A Natale regala un libro!

… Ditemi la verità: come state messi a regali di Natale?
Siete super organizzati e li avete già finiti? Avete cominciato a muovervi, oppure, come me, brancolate allegramente nel buio?

Lo so, quest’anno regalare qualcosina ai nostri cari è un sacrificio più arduo del solito, ed è anche più difficile! Insomma, siamo quasi sempre in casa, non abbiamo occasioni sociali cui partecipare, nuovi film ne sono usciti ben pochi… Ma rimangono pur sempre i libri, che offrono qualche ora di svago e relax a chi li riceve, e magari arricchiscono anche il loro animo!
Se mi è possibile, io cerco sempre di regalarne, e per il Natale 2020 è più che probabile che mi orienterò proprio sulle storie che profumano d’inchiostro per premiare i bambini buoni della mia personale lista da Strega. Non che ce ne siano molti, eh! Ma, come dice il detto, meglio pochi, ma buoni. 😉

Qui di seguito mi appresto a consigliarvi qualche libro, uno per categoria, che potrebbe fare felici grandi e piccini!

Cominciamo dalla categoria più quotata per un qualsiasi regalo, non solo a Natale, ovvero i bestseller. Sono effettivamente libri che si prestano a essere donati, perché sono famosi e facilmente reperibili in qualsiasi libreria, e probabilmente il destinatario del dono ne ha anche sentito parlare. Ha sempre un che di istituzionale regalare uno dei libri più venduti del periodo, vero?
Per questa categoria vi propongo l’ultimo romanzo di Ken Follett, “Fu sera e Fu mattina”, pubblicato pochi mesi fa da Mondadori come prequel del celeberrimo “I pilastri della Terra”. Insomma, i fan di Follett e/o della saga di romanzi apprezzerebbero molto ricevere questo volume, che conta ben 792 pagine e promette un viaggio nell’Inghilterra del 997 d.C., sulle tracce delle avventure di quattro protagonisti. Edgar, giovane costruttore (perché c’è sempre un costruttore) che sta per fuggire con la ragazza che ama, ma viene interrotto da una sortita dei vichinghi, che bruciano il suo villaggio; Ragna, una contessa normanna che sposa un guerriero sassone contro il volere del padre; Aldred, un giovane monaco idealista che vuole trasformare la sua abbazia in un rinomato centro di cultura e, ovviamente, un avido vescovo, che vuole sempre più denaro e sempre più potere.
Si tratta di Ken Follett, quindi gli intrighi e i cambi di scena sono all’ordine del giorno, e su tutto il grande dipinto dell’Inghilterra medievale emerge vivido e tridimensionale.

La seconda categoria di libri più regalati in tempo natalizio è quella dei volumi di cucina (seriamente, avete fatto caso a quanti ne escono sotto le feste?!) e io vi segnalo i due volumi recentemente pubblicati con Amazon della dottoressa Giulia Biondi (la trovate su Instagram come @bilanciamo), che si occupa di insegnare alle persone comuni come mangiare nutrendo il proprio corpo e senza fare rinunce. Non è una dieta, è un compendio sulla nutrizione, che a parere mio tutti dovrebbero leggere (non solo le casalinghe disperate, ecco!). Nel primo volume è contenuto il metodo di Giulia, ben spiegato, con parole semplici e sintetiche, adatte a tutti, nel secondo, invece, ci sono le ricette. Alcune sono proposte anche sull’account Instagram di Bilanciamo e sono bellissime da vedere, nonché (le ho testate!) decisamente gustose!

I fan di fumetti e graphic novel adorano Zerocalcare a prescindere, e in ogni caso “A Babbo Morto”, la sua favola cinica sul Natale, strappa almeno un sorriso a chiunque nasconda dentro di sé un Grinch inespresso.

Il volume è come sempre pubblicato da Bao Publishing e racconta la versione di Zerocalcare di quello che sta dietro le quinte della consegna dei doni natalizi, con gli sfruttamenti degli elfi di Babbo Natale e lo sciopero delle riders della Befana.

Ogni tanto, un po’ d’ironia fa bene al cuore. Anche se a Natale siamo tutti più buoni!

“La vasca del Fuehrer” pubblicato sempre quest’anno da Einaudi editori, è l’ultimo libro di Serena Dandini, che ha una bellissima penna, oltreché doti d’ironia e senso dell’umorismo che tutti noi conosciamo dai suoi programmi di satira.
In questo volume l’autrice parte da una foto rinvenuta per caso per ripercorrere la vita di Lee Miller Penrose, icona della metà del Novecento, modella, poi fotografa e reporter di guerra. Lee ha seguito i soldati Alleati al fronte della Seconda Guerra Mondiale, scrivendo lunghi articoli su Vogue, ed è stata tra i primi giornalisti nell’entrare in un campo di concentramento nazista.
Lee, diminutivo di Elizabeth, è nata in America nel 1907 e ha vissuto un’infanzia tormentata, subendo violenza da parte di un amico di famiglia, e una gioventù avventurosa, tra gli inizi come modella e la passione per la fotografia, che l’ha portata a conoscere numerosi artisti dell’epoca, da Pablo Picasso a Colette, Merlene Dietrich e Fred Astaire. E’ deceduta nel 1977 e io ho sempre pensato che sia stata troppo trascurata dall’opinione moderna. Chissà che il romanzo della Dandini non la riporti sotto i riflettori!

Per i ragazzi dai dieci anni in su, c’è una nuova pubblicazione di Garzanti, che presto verrà trasformata in serie tv. Si chiama “Tilly e i segreti dei libri” ed è la storia di un’undicenne bibliofila, che scopre di poter entrare nelle pagine dei libri per vivere avventure spettacolari… ogni volta che vuole.

Questo è il volume d’esordio dell’autrice, Anna James, e ha una fluidità davvero sorprendente, nonché diversi riferimenti letterari che fanno svalvolare qualsiasi amante dei libri!

Insomma, chi non ha mai sognato di andare a prendere il tè dal Cappellaio Matto, su invito di Alice nel Paese delle Meraviglie e Anna dai Capelli Rossi? Ecco.
Avete capito il fascino della storia. 😉

Ultimo, ma non ultimo, uno Young Adult che ricorda molto le atmosfere di “Sei di Corvi” della Bardugo, ma che in Italia è uscito per la prima volta nel 2007 a opera di edizioni Nord. Questo mese Oscar Mondadori ha ripubblicato “Gli inganni di Locke Lamora” di Scott Lynch in un’edizione con una copertina bellissima, che già crea atmosfera!


La storia ha per protagonista Locke Lamora, appunto, giovane ladro molto astuto, che divide il suo bottino con i membri della sua banda, i Bastardi Gentiluomini, e che suo malgrado si ritrova invischiato in un affare più grande di lui, conteso tra un pezzo grosso della gilda dei mercanti della città e un criminale di ben maggiore stampo di Locke. Il nostro amico, che è furbo, ma non certo immortale, rischia effettivamente di lasciarci le penne un paio di volte, ma, come si dice, le difficoltà aguzzano l’ingegno e lui ne ha già tanto!

Con questo volume, che sarà apprezzato sia dai ragazzi che dagli adulti, si concludono i miei piccoli consigli per la vostra personale missione di Babbo Natale. Se ne volete altri, potete sempre ascoltare la puntata del Grimorio della Strega Podcast, che è uscita giusto questa mattina su Spreaker, Spotify, Apple Podcast e Google Podcast, nonché sul mio canale Youtube. Mi trovate ovunque cercando “Grimorio della Strega”, manco a dirlo, sul motore di ricerca del sito. 😉

Ora, ditemi: regalerete qualche libro a qualcuno, per Natale? Su che titoli siete orientati?
Fatemelo sapere nei commenti!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...