Aprile MangiaLibri. Letture Stregate

Di settimana in settimana si allunga la quarantena, e di settimana in settimana considero l’idea di mangiare libri non solo in senso figurato: con la coda di lettura che ho, potrei risparmiare ben più di qualche soldo per la spesa. 😁

Scherzi a parte, una delle poche cose di cui sono enormemente soddisfatta in questo ritiro forzato è il mio ritmo di lettura, nonostante mi limiti quasi esclusivamente a sessioni pomeridiane insieme ai libri, mentre prendo il sole e cerco di attivare la produzione di vitamina D.

Anche nel mese appena trascorso, infatti, ho letto la mia brava manciata di pagine. Adesso ve le illustro.

Caterina Sforza, nella serie tv The Borgias. Un ritratto pregnante, direi.

La Bastarda degli Sforza, C.M. Russo (acquistatelo qui). Il primo romanzo di quest’autrice che leggo, e me lo sono goduto immensamente.
Innanzitutto è ambientato agli inizi del Rinascimento, epoca che adoro, e poi ci sono numerosi scorci di Milano ❤️! La Bastarda del titolo è nientemeno che Caterina Sforza, passata alla storia come la Tigre di Forlì. Il libro ne ripercorre la prima parte di vita, dalla nascita all’adozione, dall’educazione di stampo maschile al precocissimo matrimonio con il nipote del Papa e alla sua rinascita come Signora di città, in grado di tenere sotto scacco eserciti interi. Da leggere assolutamente!

L’Odissea raccontata da Penelope, Circe, Calipso e le Altre, M. Oliva. (qui) Una bellissima rivisitazione del celeberrimo mito di Ulisse – personaggio che porto nel cuore, lo sapete – narrato dalle donne che gravitano attorno all’eroe omerico e lo amano, ognuna a suo modo. C’è Penelope, naturalmente, ci sono Calipso e la sua solitudine, la diffidenza verso il genere maschile di Circe, la freschezza innocente di Nausicaa, ma anche l’amore materno di Euriclea, quello platonico di Atena e la strana attrazione delle Sirene.
Ho particolarmente apprezzato questo punto di vista tutto femminile della vicenda, forse perché, come le donne che la narrano, anch’io sono un po’ innamorata del multiforme Odisseo, e in più lo stile narrativo dell’autrice è scorrevolissimo.

Io, Caterina, F.R. Sforza (qui per l’acquisto). Il secondo romanzo storico su Caterina Sforza, che sicuramente è stata la protagonista della prima parte del mio aprile di libri. Si tratta di un romanzo meno “personale” di quello della Russo, a tratti assume quasi un tono da saggistica, ma le sue ambientazioni sono impareggiabili!

Agamennone, figlio di Atreo. O meglio, quella che è stimata essere la sua maschera funebre.

Io, Agamennone, G. Guidorizzi (acquistatelo qui). Questo è un saggio narrativo sulla figura del re di Micene, che, diciamocelo, non è il personaggio più amato dell’epica omerica… Guidorizzi tenta di dargli giustizia e una vaga aura eroica, immaginandolo solo, di notte, ritto sulla prua della sua nave mentre fa ritorno a casa. L’eroe, che non sa ancora di essere così vicino alla fine della sua esistenza, ripercorre con la memoria gli anni della guerra di Troia e ci porta con sé in un percorso lungo l’arco d’esistenza della popolazione dorica. Ne apprendiamo così alcuni costumi, i valori fondanti e le sue usanze. Interessantissimo!

Le Nemiche, C.M. Russo (qui). Ancora un romanzo storico, ancora sul Rinascimento e ancora popolato da personaggi femminili. Questa volta, però, la storia è incentrata sulla rivalità tra Isabella d’Este e la sua nuova cognata… Lucrezia Borgia.
Ho apprezzato molto il contrasto tra le personalità delle due donne – che se le sono metaforicamente date di santa ragione! -, ma in questo romanzo la scorrevolezza della narrazione della Russo sembra incontrare qualche difficoltà verso la metà della vicenda. Peccato.

Lucrezia Borgia sposa l’erede al ducato di Ferrara pochi anni prima della morte del padre, il Papa. Este è il suo terzo (e ultimo) marito e la proteggerà dalla drammatica caduta del resto della sua famiglia.

La Filosofia di Harry Potter. Vivere e pensare con un classico contemporaneo, S. Regazzoni (qui). Un saggio interessante e facile da leggere, che tratta di filosofia contemporanea prendendo come spunto una delle saghe di romanzi più lette della nostra epoca: Harry Potter, uscito dalla penna di JK Rowling ed entrato dritto nel cuore di tutti noi.
Mi è piaciuto molto il discorso sulla pluralità dei mondi, e ho trovato interessante anche il capitolo sull’etica.

La Dragunera, L. Barbarino (qui). Un romanzo che un po’ mi ricorda le novelle di Verga e un po’ mi ricorda Elena Ferrante, scritto in un dialetto siciliano esotico, ma comprensibile. I protagonisti della storia sono tre: Rosa, un’orfana che sopravvive facendo la prostituta, Paolo, un agricoltore che lavora nelle vigne di famiglia e frequenta la sua casa… e questa mitica Dragunera, una “maghessa”. Una donna sensuale e ammaliatrice, di cui Paolo è ossessivamente attratto e che sfortunatamente è anche sua cognata.
L’intera narrazione mi ha affascinato molto, con il cambio di punti di vista e i continui flashback sull’infanzia di Rosa, ma ho trovato che il finale – giusto, secondo me – arrivasse troppo in fretta e troppo bruscamente, come se l’autrice avesse voluto dare un taglio al suo esercizio di scrittura.

La variante di Luneburg, P. Maurensig (qui). Un romanzo, un racconto nel racconto, un flusso di coscienza. Comunque vogliamo definirla, la storia comincia dal suo epilogo, la morte di un uomo nella sua proprietà fuori Vienna, per esaminare una vicenda durata una vita, o forse solo una lunga partita a scacchi. E’ un libro avvincente, soprattutto nella seconda parte, che lascia più di qualche spunto per una buona riflessione.

Gli scacchi hanno un ruolo fondamentale in La Variante di Luneborg. Voi ne siete appassionati? Io confesso che vorrei saperci giocare un po’ meglio.

E con il romanzo di Maurensig si chiude la lista dei libri che ho completato ad aprile!
Quali sono state le vostre letture? Fatemelo sapere nei commenti!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...