Poche ma Buone: Letture Stregate di Settembre

Il blog è in ristrutturazione, il servizio di newsletter pure e ci sono nuovi progetti coperti da un mucchi d’impalcature… dev’essere settembre!

Il mese che si sta per concludere è uno dei miei preferiti dell’anno solare, proprio perché dopo un’estate sonnacchiosa riparte tutto alla grande, si ha l’occasione di tirare le fila di tutto quello che abbiamo seminato durante i mesi precedenti e si prende la rincorsa per fare partire nuovi progetti. Ah, e il primo giorno del mese parte anche l’Espresso per Hogwarts!
Insomma, c’è un motivo per non amare settembre?

Qui sotto vi riporto le letture stregate – poche ma buone, come dice il titolo del post – che mi hanno accompagnato durante questi giorni settembrini, tra grappoli d’uva, le prime zucche e il nuovo raccolto delle mele, corredati dal solito link Amazon per permettervi di fare un’opera buona nei confronti di quest’umile Grimorio acquistando libri che in ogni caso comprereste lo stesso. 😉

Tratto dal romanzo di Gordon è un film tedesco del 2013, con Ben Kingsley nei panni di Avicenna. Non è il film dell’anno, ma è abbastanza godibile.

Medicus, N. Gordon (qui per l’acquisto). Questo romanzo storico è il primo volume della Trilogia della Famiglia Cole, la serie che ha reso famoso Noah Gordon tra la metà degli anni Ottanta e quella degli anni Novanta. La trilogia è incentrata su uno speciale dono di alcuni esponenti di questa famiglia inglese, che sono in grado di avvertire quando l’anima sta per lasciare il corpo di una persona.
Medicus è ambientato attorno al 1100 dC tra l’Inghilterra e il Medio Oriente e ha per protagonista il capostipite dei Cole, Rob, che, orfano, diventa l’apprendista di un cerusico itinerante. Da lui apprende i rudimenti della medicina occidentale, ma, nonostante il grande talento che dimostra per essa, è perennemente insoddisfatto dei risultati delle sue cure. Quando scopre che a Ispahan, nell’odierno Iran, esiste una scuola diretta dal più grande medico vivente, Avicenna, decide quindi di andarci a studiare, anche se sarà costretto a fingersi un Ebreo per poter ovviare al bando dei Cristiani nei paesi dell’Islam…
Non so dire se del romanzo ho apprezzato di più la trama – è un romanzo storico, certo, ma presenta notevoli caratteristiche anche della narrativa di viaggio, nonché dei romanzi d’avventura -, la scorrevolezza del narrato o l’estrema accuratezza delle ricostruzioni storiche, descritte nei minimi particolari sia per quanto riguarda gli ambienti, con i loro suoni e odori, le tradizioni e last but not least le pratiche mediche del tempo. Devo mettere le grinfie sugli altri due volumi della serie!!

Il Minotauro, B. Tammuz (acquistatelo qui). Benjamin Tammuz è stato scrittore, giornalista, critico d’arte, pittore e scultore, contribuendo alla formazione dello spirito culturale del suo Paese, Israele. Il Minotauro, pubblicato nel 1980, è un romanzo epistolare che narra la storia d’amore tra un agente segreto israeliano, di quarant’anni, e una diciassettenne londinese di nome Thea, in cui lui riconosce la sua anima gemella. Si tratta di un amore improbabile e completamente platonico, portato avanti negli anni dallo scambio di lettere tra i due e dalla continua osservazione dell’agente nei confronti di Thea. Lui non le si rivelerà mai, ma la sua ossessione lo porterà a isolarla sistematicamente da tutti i suoi possibili pretendenti, anche utilizzando metodi drastici.
Sicuramente si tratta di un romanzo sui generis, che io ho apprezzato molto per la delicatezza del narrato e soprattutto per la grande introspezione psicologica che Tammuz attua nei confronti di tutti i suoi personaggi, a cominciare da Thea, che è il vero e proprio fulcro di tutta la storia.

Il re dei Ladri, C. Funke (acquistatelo qui). L’autrice di Cuore d’Inchiostro, la JK Rowling tedesca. Insomma, Cornelia Funke sembrava avere tutte le carte in regola per piacermi, e invece questo suo romanzo – il primo che io abbia mai letto – mi ha lasciato piuttosto fredda.
La storia è quella di Prosper e Bo, due orfani tedeschi scappati a Venezia per sfuggire agli zii, che vogliono adottare Bo e mandare il fratello maggiore in orfanotrofio. Nella città della laguna sono inseguiti da un investigatore privato ingaggiato dagli zii, ma trovano riparo in un gruppo di altri trovatelli, che si rifugia in un cinema abbandonato ed è mantenuto da Scipio, il Re dei Ladri. E’, questi, un ragazzo di poco più grande dei trovatelli, autore di mirabolanti furti nei più famosi palazzi veneziani… o almeno così sembra. La vicenda prosegue con un uomo misterioso che affida a Scipio e alla sua banda un altrettanto misterioso incarico, che farà imbarcare i ragazzi in una fantastica avventura, ai limiti dell’incredibile.
Raccontata così, la trama non sembra male, peccato che lo svolgimento mi sia sembrato fin troppo banale e il linguaggio narrativo fastidiosamente bambinesco, anche se stiamo parlando di letteratura per ragazzi. Insomma, il primo incontro con la Funke non è stato positivo, e non so se ce ne saranno altri.

La Straniera, D. Gabaldon (link per i libri e link per la serie tv). Si tratta del primo volume della celeberrima saga dei romanzi di Outlander, da cui la Starz ha tratto una serie televisiva che a me non era piaciuta granché. Forse per questo – e per quello che sapevo della trama, che mescolava il romanzo storico ai viaggi nel tempo e altre fantasticherie – ho sempre avuto un certo scetticismo nei confronti dei libri della Gabaldon, e quindi non li ho mai iniziati.
Questo settembre, però, cercavo una lettura leggera e mi sono armata di forza e positività per superare le mie ritrosie sulla ventisettenne Claire Beachamp, ex infermiera militare nella seconda guerra mondiale, che durante la seconda luna di miele con il marito Frank in Scozia attraversa un cerchio di pietre e si ritrova nel 1743, in mano a un gruppo di Highlanders tra cui spicca James Fraser, manco a dirlo un giovane aitante, coraggioso, sensibile e single.
Ironie a parte, La Straniera non è stata una lettura malvagia, quando la si prende per quello che è – quindi, non per romanzo storico – e ci si gode i suoi pregi. L’unica pecca è un’eccessivo sfogo di ormoni femminili nel mezzo del romanzo, che per qualche capitolo assume qualche nota Harmony di troppo, proprio come succedeva, del resto, nella serie tv.

Claire, James e la mano di Frank. Dal volto della pulzella si evince l’assoluta fedeltà all’amato marito, vero?
Trovate il podcast della Murgia su tutte le piattaforme più note. Ve lo consiglio caldamente.

Morgana. Storie di Ragazze che tua Madre non approverebbe, M. Murgia (acquistatelo qui). Non sono una grande ascoltatrice di podcast, non è ho il tempo, ma per quello tenuto da Michela Murgia insieme a Chiara Tagliaferri per storielibere.fm, faccio felicemente un’eccezione. Ogni mese esce una puntata di Morgana – così si chiama il podcast – in cui si parla della vita e della personalità di una donna, o più donne, controcorrente e fuori dagli schemi. Il saggio che ha concluso le mie letture di settembre non è altro che la trascrizione di alcune di queste puntate unita a un’introduzione particolarmente interessante sull’essere non solo al posto giusto al momento giusto, ma anche la persona giusta. Purtroppo Morgana è un libro che può essere apprezzato appieno solo da chi non ha già seguito le puntate del podcast, ma rimane in ogni caso una lettura interessante.

Ebbene, questo è tutto per le Letture Stregate di settembre!
Quali sono state le vostre, e quale vi è piaciuta di più? Fatemelo sapere nei commenti!

2 pensieri riguardo “Poche ma Buone: Letture Stregate di Settembre

  1. Il podcast della Murgia non sono riuscita a sentirlo, tendo a distrarmi, però sul libro ci farei un pensierino 🙂 A settembre di bello ho letto “una volta è abbastanza” di Giulia Ciarapica e mi è piaciuto molto, una saga familiare ambientata nelle Marche del dopoguerra; ora aspetto con ansia il seguito!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...