Tag

, , , , ,

music for fantasy twitter

Credo che un film sia ben poca cosa senza la sua colonna sonora. Certo, trama, copione, interpreti ed effetti speciali sono elementi imprescindibili di ogni buona pellicola, ma sarebbero ugualmente convincenti senza il supporto di una musica adeguata? E la musica parla una lingua inarrivabile da qualsiasi arte visiva! Ci entra dentro, rimbomba nella nostra cassa toracica, s’insinua nei nostri neuroni e rimane per sempre nella nostra memoria senza che ce ne accorgiamo. Bastano però un paio di note ed eccola lì, la musica, che riemerge nella sua interezza e si porta dietro ricordi, storie, sensazioni ed emozioni che credevamo dimenticate.

estate-sforzesca-2018Il potere della musica unito alla magia del cinema è uno dei motivi principali per cui sono stata felicissima di approfittare dei due accrediti che l’Associazione Amici della Musica Milano mi ha concesso per Music for Fantasy, un concerto inserito all’interno di Estate Sforzesca, una manifestazione estiva che si tiene nel meraviglioso cortile delle armi del Castello Sforzesco di Milano, sotto alle stelle e ai torrioni illuminati. E c’è chi dice che non c’è magia nel mondo!

Music For Fantasy è il penultimo appuntamento della XXV edizione dei Notturni in Castello, un programma di concerti organizzato, appunto, dall’Associazione Amici della Musica Milano e distribuito in sei serate agostane nell’ambito della manifestazione che ho citato qui sopra. Il programma, come avrete capito dal titolo, verte sulle colonne sonore delle più celebri saghe fantasy e fantascientifiche di cinema e tv, arrangiate da Matteo del Soldà ed eseguite dalla Milano Chamber Orchestra sotto la direzione di Lorenzo Passerini. Questo gruppo di venti elementi, tutti giovani e diplomati nei conservatori più prestigiosi, si pone l’obiettivo di avvicinare il pubblico moderno alla musica classica e sinfonica, e quale migliore occasione potrebbe esserci per ottenere questo scopo, se non unirlo a temi che sono ormai nella memoria di tutti? Da Harry Potter al Signore degli Anelli e da Games of Thrones a Star Wars passando per Frankenstein Junior, la Milano Chamber Orchestra ha regalato al suo pubblico un viaggio fantastico in terre sconosciute, abitate da maghi, colleg- ehm… streghe, folletti e scienziati terribilmente geniali, con battaglie epiche, avventure emozionanti e momenti di divertimento.

85312

Tra l’altro, con un po’ di fantasia…

milano-chamber-orchestra-ok

…la somiglianza c’è. ^^

Pur non essendo particolarmente convinta dall’arrangiamento dei primi due brani (mi sono sembrati un po’ in sordina: forse la scelta è caduta su una partenza soft con un finale in crescendo, ma mi è dispiaciuto), è stato bellissimo lasciarsi cullare dalle musiche di J. Williams, H. Shore, J. Morris e R. Djawadi, viaggiare con la fantasia e tra i ricordi – gran parte delle colonne sonore eseguite appartengono a film usciti nella mia adolescenza, cioè in un periodo in cui la capacità di guardare ogni cosa in loop è praticamente infinita. In effetti, è proprio quello che facevo ^^’ – rimanendo nel cuore della mia amata Milano.

notturni in castello 2

Ho particolarmente apprezzato l’autoironia e la voglia di giocare col pubblico della Milano Chamber Orchestra: essere giovani aiuta a non prendersi sul serio, ma bisogna avere una certa disposizione mentale alla leggerezza, e loro sono stati molto bravi e in grado di rendere più digeribile un concerto non eccessivamente difficile da seguire, ma comunque di approccio insidioso per chi non è avvezzo alla musica sinfonica. E poi, io la Marcia Imperiale diretta da Darth Vader non l’avevo mai ascoltata. 😀

L’ultimo appuntamento dei Notturni in Castello è fissato per questa sera alle 21: il violinista A. Quarta interpreterà i più grandi successi di Astor Piazzolla e, se siete interessati, potete ancora recuperare dei biglietti (15 €, ridotto a 5 € per gli under 12). Vi basta registrarvi su Happy Ticket, oppure andare direttamente al cortile delle armi entro le 19:30 o alle 20:20 di oggi. In assenza di pioggia, non ve ne pentirete.