Anche Figaro s’ammala, alla fine

Ciao a tutti e ben trovati!
Come avrete inteso dai miei post più recenti, gennaio non è stato un mese facilissimo. O meglio, non è che sia stato un brutto mese, semplicemente gli impegni si sono affastellati gli uni sugli altri, impedendomi di trovare il tempo necessario per mettermi a scrivere sul mio amato blog senza rinunciare al mio sonno di bellezza… al quale ho comunque dovuto dire arrivederci un paio di volte, pur di terminare il lavoro in sospeso. Dei, perché avete fatto le giornate di sole ventiquattro ore pur non dotandomi del dono dell’ubiquità?

Tra una lite con un fornitore e l’altro, articoli da redigere, problemi con i clienti da sistemare, sorpresone dal settore amministrativo e gli immancabili scambi di germi tra Rambo e la Genitrice, alla fine mi sono ammalata anche io, inevitabilmente, direi. Al momento sto affrontando il mio secondo giorno di reclusione e, tanto per cambiare, svolgo una parte di quel “lavoro da scrivania” che può gioiosamente essere espletato ovunque e, anzi, con maggior profitto lontano dai clienti, soprattutto se piccoli e vestiti con un kimono più o meno pulito.

Va da sé che in questi giorni ho letto poco e guardato ancora meno, quindi, ma farò del mio meglio per raccontarvi cosa è successo nel pazzo mese di gennaio 2018, sempre che febbraio decida di darsi una calmata. Torno prestissimo con nuovi post, insomma, non disperate. 😉

6 pensieri riguardo “Anche Figaro s’ammala, alla fine

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...