X Men – Giorni di Un Futuro Passato

Dovrebbero conferirmi la cittadinanza onoraria del Paese Cinema, ammesso e non concesso che esista. ^^

Ieri sera ho visto “X Men – Giorni di un futuro passato”, diretto da Bryan Singer, che se la cava meglio coi mutanti che con gli alieni a giudicare da quell’obbrobrio cinematografico che è “Superman Returns”.

Devo dire che questo è sicuramente il film più bello della saga X Men fino a questo momento. Effetti speciali e scenografia sono veramente molto belli e la trama esiste (viste le recenti esperienze mi sento in dovere di dirlo) ed è anche degna di nota. Ho apprezzato particolarmente la resa del rapporto amicale tra Magneto e Xavier, in entrambe le versioni: è una delle mie preferite tra quelle di cui abbia mai letto e mi fa piacere che gli si dia così tanto spazio sullo schermo.
Il copione è ben scritto e tutto sommato gli spazi concessi ai personaggi sono ben bilanciati. Non dico nulla del doppiaggio vergognoso, perché non sarei originale.

Del cast si può dire poco. Fa sempre piacere rivedere Ian McKellen e Patrick Stuart lavorare assieme, anche se per poco tempo sullo schermo. James McAvoy (che, e almeno una dei miei compagni di visione concorda con me, rende molto di più in versione disperato-spiantata) è un giovane Xavier decisamente nel ruolo, così come Michael Fassbender (Magneto). I due, tra l’altro, interagiscono magnificamente, soprattutto perché gli hanno cucito addosso dei bei personaggi complessi, con delle belle battute.
Jennifer Lawrence era molto… blu. 😛
Fa sempre piacere rivedere Hugh Jackman nei panni di Wolverine (che numero di film è?? Ho perso il conto…), anche se forse per questa pellicola si è pompato un po’ troppo: le sue vene in alcune inquadrature minacciavano di scoppiare.

“X Men – Giorni di un futuro passato” è sicuramente comparabile a “Avengers”, anche se non mi sento di mettere i due film proprio sullo stesso piano.
Per quanto il film di ieri sera sia bello, a mio avviso gli manca quel poco di spirito caciarone in puro American style, quello che ti strappa qualche risata, insomma. Sarebbe naturalmente stato difficile inserire delle gag, viste la tipologia e la densità della trama, ma qualche piccola aggiunta all’unico o quasi momento di divertissement dei pochi minuti di presenza di Quicksilver (personaggio meraviglioso, resa perfetta) forse si sarebbe potuta azzardare.

 

La prossima fermata alla stazione cinema riguarderà, credo, il Re Lear del National Theatre. Già non vedo l’ora, e voi? ^^

12 pensieri riguardo “X Men – Giorni di Un Futuro Passato

  1. Concordo con te sul fatto che Quicksilver avrebbe potuto avere più spazio; per il resto, praticamente ineccepibile (e diciamo due parole su Jennifer Lawrence… :-)) I film – almeno quelli correntemente nelle sale, sarebbe il caso di andarli a vedere, non di ‘scaricarli’…

  2. Mi è stato necessario diverso tempo per riuscire a capire cosa io pensi esattamente di questo film. Sicuramente mi è piaciuto, anche se non saprei dire se è quello che ho preferito della saga. Il mio amore per certi personaggi mi porta a tenere in alta considerazione X1 e X2.

    Comunque è sicuramente fatto benissimo, la squadra di x-force (quella che si vede all’inizio) è perfetta e la trama regge davvero bene. Concordo con te che ai film mutanti manca la verve di quelli degli avengers, sono molto più seriosi e, benchè la cosa sia anche positiva, talvolta si avverte l’assenza di un momento di divertimento puro.
    Quicksilver stupendo e, finalmente, un film mutante non così wolverine-centrico come può sembrare dal trailer.

    La Lawrence blu non rende quanto nei suoi colori originali, in termini di estetica, d’altronde il trucco blu sminuiva perfino i lineamenti di Rebecca Romijn Stamos, che tra l’altro non si sa che fine abbia fatto e che un po’ mi spiace non aver rivisto nella parte della Mystica adulta. Però si vede che Jennifer Lawrence ha un’espressività facciale e una bravura innegabili.

    E qui spendo due parole sul fatto che questo film ha un bel numero di premi oscar presenti, tutti femminili, ossia Jennifer Lawrence, Anna Paquin (grasse risate per la sua interpretazione, ma l’hanno pure pagata?) e Halle Berry (memorizzare tutte quelle battute le sarà costato grande fatica). Penso che l’assenza di due di questi non si sarebbe notata.

    Come al solito abuso dello spazio a mia disposizione….

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...